Lion's Mane senza lattosio! - Novità dal Mondo DXN - DXN ITALY

Vai ai contenuti

Menu principale:

Lion's Mane senza lattosio!

Pubblicato da in Prodotti ·
Chiamato Hericium Erinaceus lo si ritrova in tutto l’emisfero nord in Europa, in Asia e nel nord America. A causa del suo aspetto gli sono stati attribuiti una seria di curiosi nomi tra cui Lion’s Mane (criniera di leone), Monkey’s Head (testa di scimmia), Monkey’s Mushroom (fungo di scimmia), Old Man’s beard (barba di vecchio) e molti altri.
Si tratta di un fungo commestibile e molto buono che viene utilizzato in cucina anche se non troppo spesso poiché è abbastanza raro da trovare, ovviamente molto usato in medicina naturale per le sue storiche proprietà cicatrizzanti  sia in Cina e che in Giappone.
I Nativi del Nord America lo usavano come cicatrizzante per i tagli e per fermare il sangunamento e faceva parte della loro “borsa medicina”.
Le proprietà dell'Hericium erinaceus
Molti studi attribuiscono all’Hericium proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e prebiotiche a livello gastro-enterico, per questo motivo infatti è il fungo di eccellenza per patologie infiammatorie e infettive che coinvolgono la mucosa del sistema digerente.
La sua azione va dall’esofago all’ano, riequilibra la flora batterica intestinale nutrendola, sfiamma le mucose cicatrizzandole e correggendo dunque le situazioni di permeabilità intestinale (Morbo di Chron, rettocolite ulcerosa, malattie da malassorbimento, Helicobacter Pylori).
In questo caso si parla, infatti, di quella che viene chiamata Leaky Gut Syndrome, ovvero sindrome da alterata permeabilità o sindrome dell’intestino bucato e che porta tra le altre cose a candidosi e cistiti spesso recidivanti.
Utilissimo quindi per affrontare gonfiore, digestione difficile, gastrite e anche gastrite da Helicobacter Pylori e non in ultimo l’Ernia Iatale e Gastroduodenale.
Agisce sul sistema nervoso sull’asse dello stress, ansia, malinconia, ma anche  su deficit della memoria, riduzione della concentrazione.
Utile anche nelle malattie neurologiche  quali Parkinson, Alzheimer e sclerosi multipla.
In questo caso l’Hericium è risultato efficace  grazie ai due principi attivi contenuti nel fungo Erinacine e Ericenoni  in grado di attraversare la barriera ematoencefalica,  di proteggere dunque i neuroni dai danni di alcune sostanze neurotossiche e di stimolare la rigenerazione della cellula nervosa.
In questo senso il fungo potrebbe essere utilizzato per la rigenerazione del tessuto cerebrale e riparazione cellulare. Questo fungo è l’unica fonte in natura con queste caratteristiche.



Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu